lunedì 8 dicembre 2014

Lancio Pagina Facebook Vivere in Tunisia

Per seguire meglio tutte le notizie postate quotidianamente sul blog e aumentare il bacino di lettori è stata creata la pagina Vivere in Tunisia.

Questa iniziativa si va ad affiancare al già presente gruppo Vivere in Tunisia che vanta oggi più di 1000 iscritti.



Buona giornata a tutti

Paolo Lo Iudice

2014: l'anno della Tunisia

Circa 240.165 italiani hanno visitato il Paese dal 1 gennaio al 20 novembre, facendo registrare un incremento del 9,4% rispetto al 2013.


Si chiude un 2014 di successo per l’Ente Nazionale Tunisino per il Turismo. In quello che in tanti addetti del settore hanno definito "l’anno della Tunisia".

La Direttrice per l’Italia Dora Ellouze ripercorre quelle che sono state le tappe fondamentali del 2014, e svela i primi progetti per il 2015:

"Siamo soddisfatti e orgogliosi dei risultati ottenuti, e siamo convinti che nei prossimi anni potremo fare ancora meglio. Da qui a 3 anni desideriamo infatti raggiungere l’ingresso di 500mila italiani in un intero anno;




continua su: Master Viaggi

sabato 6 dicembre 2014

Una rinascita per la Tunisia?

Ormai mancano pochi giorni al secondo turno delle elezioni presidenziali  che vedono favorito l`anziano Essebsi e tutti si domandano: il periodo di transizione è realmente terminato? La Tunisia potrà finalmente tornare alla normalità?

Forse tale periodo non è ancora finito del tutto, manca un ricambio generazionale politico-amministrativo dovuto prima di tutto alla mancanza di esperienza dei giovani militanti nei diversi partiti ma anche a causa di posizioni privilegiate conquistate da numerose famiglie negli anni prerivoluzionari e difficilmente ridimensionabili in soli tre anni.
Nonostante ciò tre elementi fanno ben sperare per una radiosa ripresa.

1) Nonostante le lamentele di numerose persone la sicurezza dal 2011 ad oggi è sensibilmente aumentata, soprattutto negli ultimi tempi. Le ultime elezioni hanno avuto una buona affluenza e non si sono riscontrati incidenti. Certamente alcune criticitá restano, confini con Libia e Algeria, ma queste sono legate al contesto internazionale (lotta al terrorismo e all`Isis) e alla mancanza di un governo stabile in Libia.

2) L`economia ha subito un forte shock negli ultimi tre anni ma ha retto l`onda d`urto con politiche macro e micro economiche non perfette ma adeguate al momento storico. Ossia una buona svalutazione progressiva del dinaro, un parziale aumento delle tasse e un`aumento temporaneo del deficit pubblico possibile grazie a un debito pregresso non troppo elevato e alla riduzione imposta dal governo ad ogni uscita di valuta estera. Ora passata la tempesta bisognerebbe focalizzarsi sulla ripresa degli investimenti esteri in produzione locale e nel turismo per ridurre la disoccupazione e aumentare l`entrata di nuova valuta. Questo sarà possibile solo grazie ad una adeguata pubblicità internazionale. Bisogna dire che non ci vuole poi molto, la posizione della Tunisia risulta strategica dal punto di vista economico e la produzione di molti manufatti non più` conveniente in Cina potrà essere spostata proprio in Tunisia.

3) L`ultimo elemento e forse il piu` importante é la consapevolezza, cresciuta negli ultimi anni all`interno dei partiti, di utilizzare il dialogo per risolvere le crisi. Cosa che non é successa in Egitto dove la diverse forze del paese continuano a contrapporsi senza trovare soluzioni comuni.

Dopo questa analisi non ci resta che aspettare e vedere cosa succederà nei prossimi mesi.




Paolo Lo Iudice

venerdì 5 dicembre 2014

Eletto il presidente del parlamento della Tunisia

È Mohamed Ennaceur, 80 anni, il presidente del primo parlamento democraticamente eletto della Tunisia, secondo la decisione dell’assemblea. Ennaceur è un ex ministro del padre dell’indipendenza Habib Bourguiba, e vicepresidente della formazione laica Nidaa Tounes, lo schieramento uscito vincente dalle legislative di ottobre.

Mohamed Ennaceur è l’ex ministro degli affari sociali di Bourguiba ed è vicino a Béji Caïd Essebsi, 88 anni, capo del partito e favorito al ballottaggio delle presidenziali previste a dicembre in cui sfiderà il capo di stato uscente Moncef Marzouki.



Internazionale.it 

mercoledì 3 dicembre 2014

Prima riunione nuova assemblea dei Rappresentanti del Popolo

(ANSAmed) - TUNISI, 2 DIC - Giornata storica quella odierna per la Tunisia. La nuova Assemblea dei Rappresentanti del Popolo, composta dai 217 membri eletti alle ultime elezioni legislative, si e' riunita oggi per la prima volta.